Se una non basta…DUO!

Quando le produzioni di articoli industriali soffiati sono elevate, meglio scegliere più macchine a singola cavità (raddoppiando il costo dell’investimento, l’ingombro a terra e il consumo energetico) o una macchina a più cavità, che minimizza tutti questi costi, ma rende meno flessibile la produzione?

Per rispondere a questa domanda quando si tratta di articoli 3D soffiati con il processo di aspirazione del parison, in casa ST Blow Moulding è nata la ASPI 150.3 DUO: raddoppia la produzione di una macchina singola senza raddoppiarne i costi di investimento e di esercizio, e mantiene una grande flessibilità di utilizzo. Come tutti i modelli della serie ASPI, anche la DUO è utilizzabile anche per il soffiaggio 2D: ogni unità di chiusura è infatti predisposta per l’installazione di un gruppo di soffio dal basso (opzionale) completo di ugello e divaricatori.

L’architettura della macchina si basa su due gruppi di chiusura affiancati; una testa di estrusione ad accumulo e il relativo estrusore si muovono sulla piattaforma superiore per alimentare alternativamente gli stampi secondo la cadenza del ciclo. È una soluzione che offre una grande pulizia degli ingombri a terra (i gruppi di chiusura sono statici: niente binari di traslazione, nessuna tubazione che si sposta avanti e indietro, nessuna catena portacavi), una perfetta accessibilità agli stampi (i gruppi di chiusura – di tipo “tiebarless” – sono accessibili da entrambi i lati) e una grande costanza qualitativa (perché una sola testa di estrusione garantisce la massima uniformità di produzione).

Il primo esemplare di ASPI 150.3 DUO è stato recentemente installato negli USA, e ha suscitato l’interesse di altri clienti che cercano elevate cadenza produttive senza compromessi sulla qualità. E la flessibilità di produzione? I parametri di ciclo di possono essere impostati separatamente per ciascuno dei due stampi, cioè la macchina può gestire due ricette diverse al medesimo tempo. Quando le necessità di produzione lo richiedono, si possono quindi montare due stampi diversi per sfruttare a pieno le potenzialità della macchina.